Home 5 Informatica 5 5 motivi per cambiare il tuo backup aziendale

5 motivi per cambiare il backup aziendale

La protezione dei dati è cambiata ed è arrivato il momento di adeguarsi.

Le nostre realtà sono state completamente stravolte, ma rimane un punto fermo. La maggior parte delle soluzioni di backup tradizionali attualmente sul mercato non sono del tutto valide, con la conseguenza che il team IT interno di un’azienda deve dedicarsi troppo ai backup, non avendo più il tempo, le risorse e l’energia di occuparsi delle vere problematiche aziendali. Contrariamente, invece, ci si aspetta da loro una visione strategica proiettata verso il futuro, con lo scopo di proporre la giusta tecnologia per una costante crescita aziendale.

È quindi chiaro come ci sia un’incongruenza di fondo.

Quale dei seguenti motivi rispecchia la situazione in cui la tua azienda si trova e per cui sta valutando una soluzione di backup a servizio?

Situazione numero 1 – Backup inaffidabile

Il motivo più comune per cambiare la soluzione di backup è l’affidabilità o meglio, la sua mancanza, in quanto spesso vengono utilizzati codici vecchi tentando di adattarli per adeguarli alle problematiche correnti. Inoltre, la deduplica dei database è spesso soggetta a errori e può causare la completa perdita di dati.  Un altro problema riguarda la visibilità su cosa funziona e cosa no. Troppo spesso, gli amministratori IT individuano i problemi quando è ormai troppo tardi. Molte aziende erroneamente attribuiscono questo aspetto a una mancanza di formazione o di competenze, ma non è affatto vero. Se una soluzione di backup è stabile, affidabile e facile da usare, non serve un dottorato di ricerca per usarla.

Quello che bisognerebbe aspettarsi dalla propria soluzione di backup a servizio è la tranquillità e la fiducia di potersi dimenticare totalmente che esiste. Una soluzione che

vi copra le spalle e che permetta di ripristinare quando necessario, quando serve. Sul serio.

Con il servizio gestito di DOS, puoi.

Situazione numero 2 – Alla fine dei conti, è molto costosa

Se si considera il costo della protezione dei dati, è facile concentrarsi solo sui costi tradizionali: hardware, software e storage. Alcuni costi dell’hardware possono essere ancora maggiori in caso di lock-in e se il software non è abbastanza flessibile da gestire alternative.

Molte soluzioni software invece includono componenti aggiuntivi, componenti secondari o servizi continuativi, per cui è buona norma accertarsi che nulla venga escluso dal calcolo. Per quanto riguarda i costi di storage, si sa come sia facile rimanere scottati da costi nascosti.

Non bisogna poi dimenticare i costi meno tangibili, che spesso non vengono presi in considerazione, come le interruzioni e la perdita dei dati, a cui aggiungere l’impatto che queste avrebbero sul rapporto con i clienti o il danno d’immagine. Da non dimenticare anche il tempo, l’impegno e i costi delle risorse non solo per mantenere l’infrastruttura di backup, ma anche per prepararla, gestirla correttamente e portarla alla massima capacità.

Quello che bisognerebbe aspettarsi dalla prossima soluzione di backup a servizio è un modello di costo semplice e flessibile, senza costi nascosti.

Con il servizio gestito di DOS, è possibile.

Situazione numero 3 – Quel ROI che non è mai diventato una realtà

Purtroppo, ci sono passati in tanti: il software prometteva di fare qualcosa per scoprire solo in seguito che non poteva farlo, o non del tutto. Ora ci si ritrova a destreggiarsi tra diverse soluzioni per coprire tutte le mancanze e quel calcolatore del ROI che era stato promesso è svanito portandosi via fiducia, budget e reputazione.

Quello che bisognerebbe aspettarsi dalla propria soluzione di backup a servizio è il principio di promettere poco e offrire tanto, senza magici trucchi dimostrativi dei tecnici de vendita.

Con il servizio gestito di DOS, è possibile.

Situazione numero 4 – I tempi di ripristino sono lenti

Spesso, non si tratta solo di ciò che è possibile ripristinare, ma di quanto sia facile e veloce farlo.  Molte soluzioni mancano di granularità per ripristini specifici o della scalabilità per ripristini in blocco.

Quello che bisognerebbe aspettarsi dalla propria soluzione di backup a servizio è una varietà di soluzioni di ripristino per soddisfare tutti gli SLA, così come un’esperienza comprovata di innovazione continua, costruita su una solida base di clienti soddisfatti.

Con il servizio gestito di DOS, è possibile.

Situazione numero 5 – Richiede troppo tempo e risorse

Una soluzione di backup non può non prendere in considerazione la facilita d’uso. Sorvegliare un backup è infatti una cosa frustrante e inaccettabile. Un altro fattore importante è che il software deve essere in grado de evolvere con l’azienda, e se aggiungere un nuovo dispositivo NAS o modificare il cloud storage comporta dover cambiare la strategia di protezione dei dati, dedicare tempo a formare del nuovo il personale IT o perdere il sonno nel dubbio che il team IT abbia o meno le capacità per farlo con successo, c’è qualcosa che non va.

Quello che bisognerebbe aspettarsi dalla propria soluzione di backup a servizio è il dono del tempo: il tempo per tornare a lavorare su altre priorità, finire di lavorare prima o sfruttare meglio questo tempo.

Con il servizio gestito di DOS, lo avrai.

FLASH NEWS

I 5 motivi per scegliere Microsoft 365

L’evoluzione tecnologica che Microsoft porta con Microsoft 365 ha come vettore l’ambiente Office 365 con tutte le app tradizionali con le quali collaboriamo quotidianamente, ma questo è solo il punto di partenza della trasformazione che Microsoft ha

leggi tutto